Calla fucsia

Calla fucsia

Uno dei miei fiori preferiti

Immagine | Pubblicato il di | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Sai sei

Sai di poesia
Di frasi docili alle lebbra
Di sacri aliti perché tu
Mio bene
Al cor risplendi

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Autunnale

Autunnale

Uno scatto mentre passeggiavo

Immagine | Pubblicato il di | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Dei figli miei

E’ sera
Con gli occhi con la mente
In te sovrano ed assassino
S’addormono l’infami tuoi pensieri
Consacrati
Dei bimbi il corpo dilaniato offeso cancellato
Eviscerato inquisito dissacrato ripudiato
Il sacro latte di tua madre
Quello che hai infangato ucciso stuprato
Ma dei figli miei
Quelli che da mostro immondo
O da infame vivisettore hai stuprato
Quale altro dio dalla croce
Me li depone

(Salvatore Messina)
16 Giugno 1989

Video | Pubblicato il di | Lascia un commento

Crocus

Crocus

Uno dei miei fiori di montagna che amo.

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Il sole all’imbrunire

Risorto è il giorno e il sole
Abbraccia la madre terra
Coi figli abbandonati nei cortili
Quanta tristezza regna nel cuore
Della madre mentre prega
Ascolta dell’organo le note
Musicalità stonate disperse
Coi neri fumi imploranti i cieli

Quanta disperazione
Quando fischia il vento
Come siamo lontani
Dai figli in lacrime
Quando le stelle sconfinano
Altri orizzonti ignoti
Ora sorridono dai lager
Perché sanno della libertà
Giurata a quattro passi
Dei nuovi celesti sentieri

Senza più lacrime
Aventi occhi puliti

Video | Pubblicato il di | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

IL SOLE ALL’IMBRUNIRE

Risorto è il giorno e il sole
Abbraccia la madre terra
Coi figli abbandonati nei cortili
Quanta tristezza regna nel cuore
Della madre mentre prega
Ascolta dell’organo le note
Musicalità stonate disperse
Coi neri fumi imploranti i cieli

Quanta disperazione
Quando fischia il vento

Come siamo lontani
Dai figli in lacrime
Quando le stelle sconfinano
Altri orizzonti ignoti
Ora sorridono dai lager
Perché sanno della ribertà
Giurata a quattro passi
Dei nuovi celesti sentieri

Senza più lacrime
Aventi occhi puliti

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento